enitfr +41 78 972 52 00 info@myidealtraveling.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login
enitfr +41 78 972 52 00 info@myidealtraveling.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

La crisi ambientale è anche una crisi sanitaria

My Ideal Traveling > News > La crisi ambientale è anche una crisi sanitaria

Mentre il mondo si trova nel mezzo di una crisi ambientale, la maggior parte dei governi temporeggiano, quasi che le conseguenze del cambiamento climatico non toccassero direttamente le persone. Invece ci sono prove crescenti che il degrado ambientale e le sue cause stanno anche portando danni immediati, diretti, gravi e diffusi alla salute e al benessere umani.

La vita moderna e le attività umane rilasciano enormi quantità di sostanze tossiche nella nostra aria, acqua, suolo e cibo. Questo inquinamento non riguarda solo la salute planetaria, ma anche la salute umana. L’inquinamento è oggi la principale causa ambientale di malattia e morte prematura, con aumento dell’incidenza di asma, cancro ai polmoni, malattie cardiache, ictus e altre malattie croniche.

Lo spostamento dell’attenzione dal benessere ambientale a quello umano sta anche cominciando a richiamare l’attenzione su alcune pratiche di sostenibilità che possono essere dannose per la salute, come sigillare finestre e isolare edifici con materiali e sostanze tossici. Oltre all’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo, i ricercatori stanno appena iniziando a capire in che modo l’inquinamento luminoso e acustico influisca sulla salute e sul benessere dell’uomo. Uno sfondo costante di suoni, luci e distrazioni artificiali nell’ambiente, inclusi traffico, aeroplani e macchinari; sistemi di riscaldamento e raffreddamento, display digitali, suoni elettronici e musica – rende difficile trovare tregua mentale, aumenta i livelli di stress, influenza il sonno e ha anche effetti sulla salute fisica.

La rivoluzione verde del 20 ° secolo e l’industrializzazione dell’agricoltura hanno avuto serie conseguenze ambientali, tra cui la monocoltura, la riduzione della biodiversità, l’esaurimento dei nutrienti nel suolo, i pesticidi e il deflusso, gli organismi geneticamente modificati, le emissioni di gas a effetto serra e il riscaldamento globale. Solo negli ultimi due decenni l’attenzione si è spostata sugli impatti sociali e sanitari negativi dell’agricoltura e dei sistemi alimentari moderni e industrializzati. Il movimento alimentare di base sta ora aumentando la consapevolezza di una serie di preoccupazioni, tra cui le profonde connessioni tra pratiche agricole, uso del suolo e salute, nonché problemi diffusi con “deserti alimentari”, insicurezza alimentare, equità alimentare e sicurezza alimentare.

La proliferazione del moderno sistema industrializzato di agricoltura e produzione, distribuzione e commercializzazione degli alimenti è legata alla diffusione di diete occidentali malsane, povere di alimenti e altamente trasformate, che contribuiscono all’aumento dell’obesità e delle malattie croniche in tutto il mondo.

Mentre i diffusi costi ambientali della dipendenza automobilistica sono ampiamente riconosciuti (dipendenza da combustibili fossili, inquinamento, cambiamenti climatici), recentemente l’attenzione si è rivolta ai suoi impatti sulla salute e sul benessere. Gli approcci di pianificazione e progettazione che favoriscono i veicoli a motore rispetto ai pedoni hanno notevolmente ridotto la capacità delle persone di camminare o pedalare come mezzo di trasporto e hanno notevolmente aumentato il tempo trascorso in auto, riducendo così le opportunità di esercizio quotidiano e il tempo con la famiglia e gli amici.

In molte parti del mondo, le persone vivono e lavorano in ambienti costruiti in modo obesogenico che rafforzano uno stile di vita sedentario e persino antisociale: stare seduti anziché camminare, prendere l’ascensore anzichè fare le scale, mandare messaggi con il telefono anzoché parlare faccia a faccia, guardare video anzochéfare attività ricreative all’aperto.

Il degrado ambientale influenza direttamente e indirettamente la nostra salute e il nostro benessere, attraverso l’aria che respiriamo, come procuriamo e consumiamo cibo e come viviamo e viaggiamo. Man mano che diventiamo consapevoli di questi rischi, abbiamo il dovere di ricercare stili di vita alternativi che siano contemporaneamente più sani per noi stessi e più sostenibili per il pianeta.

(Grazie al Global Wellness Institute per questo contributo)

My Ideal Traveling

“Mi sono spesso trovata con una valigia da preparare, un cambiamento radicale da affrontare, una nuova dimensione da trovare. Mutamenti di vita e di prospettive da gestire che mi hanno condotto alla mia metamorfosi più autentica: fare dell’esperienza di viaggio una professione.

Ho voluto offrire una rosa di percorsi wellbeing che fossero itinerari di evoluzione dove rilassarsi, staccare la mente, ma soprattutto imparare a nutrirsi correttamente, a fare movimento, a recuperare il valore e l’importanza del sentirsi tutt’uno con la natura. Viaggiare non è solo spostarsi o intraprendere un itinerario, è una strada da percorrere per raggiungere il proprio centro e per direzionarsi verso l’altro, il diverso. Da qui nasce la nostra vera ricchezza interiore“.
Monica Bevacqua, My Ideal Traveling founder


Hai bisogno di maggiori informazioni?

Non esitare a contattarci!
Saremo lieti di poterti assistere!

+41 78 972 52 00

info@myidealtraveling.com